Il cibo afrodisiaco

By: Loretta Sebastiani
     

ABC in cucina Alimentazione Il cibo afrodisiaco

Il cibo afrodisiaco

Qualche riflessione sui cosiddetti cibi della passione

il tartufo, cibo afrodisiaco per eccellenza secondo la tradizione popolare
Il cibo afrodisiaco

Abbiamo usato la fotografia del tartufo come esempio principe dei cosiddetti cibi afrodisiaci.
Ma da dove deriva il termine afrodisiaco? Da Afrodite, dea greca dell'amore e della bellezza.

La seconda domanda che dobbiamo porci è: esistono davvero i cibi afrodisiaci? Sgomberiamo il campo da molte credenze popolari. Dal punto di vista scientifico la risposta è quasi certamente no. O almeno, non esiste un'evidenza scientifica. Considerate che ogni alimento ha molte proprietà ma per vederne l'efficacia sono necessarie grandi quantità spesso da consumare in più occasioni.

Ma una cosa è certa. Quando abbiamo davanti a noi un piatto che solletica i nostri sensi sicuramente siamo ben disposti anche ad aprirci verso gli altri, partner compreso, ovviamente. Se poi il piatto è accompagnato da un buon bicchiere di vino i freni inibitori cedono, a volte anche vistosamente. Tutto questo perchè alla base cosa si verifica? rilassamento e alterata circolazione del sangue.
Poi c'è da tenere presente che alcuni ingredienti hanno un effetto benefico sull'umore se ben cucinati e presentati.
Secondo me quello che vale di più è come si crea la giusta atmosfera. La nostra mente in altre parole.
Però sto anche io al gioco e continuo ad esporvi l'argomento.

L'elenco dei cibi che la storia ci ha consegnato come afrodisiaci è piuttosto lungo. Comprende pesci e crostacei, erbe e aromi, frutta, il tartufo, la cioccolata ...
Vediamone qualcuno con i presunti effetti afrodisiaci.

  • - Pesci e crostacei: aragoste, gamberi, acciughe, ostriche, caviale. Hanno una grande abbondanza di sali minerali soprattutto di zinco. I sali minerali stimolano la produzione di testosterone (ormone sessuale maschile) e mantengono alto l'umore.
  • - Erbe e aromi: sono ricchi di oli essenziali che agiscono sull'olfatto e sulla circolazione. Tra essi ricordiamo lo zenzero, la vaniglia, lo zafferano, il coriandolo, i chiodi di garofano, il curry, il gelsomino, la noce moscata e il peperoncino. Il peperoncino ha un effetto vasodilatatore notevole.
    Un discorso a parte meritano aglio e cipolla. Qualcuno sostiene che siano tonificanti ma occhio all'alito ... se volete ammazzare la complicità usate aglio e cipolla. Ricordatevi che è sempre più numerosa la schiera dei feroci antagonisti dell'aglio.
  • - Frutta: è da ricordare soprattutto la frutta secca (mandorle, pinoli, nocciole) e poi le fragole e l'avocado. Per esempio l'avocado è ricco di potassio che accresce l'attività ormonale e dà tono muscolare
  • - Polenta: Qualcuno non ci crederà ma anche il mais è considerato un alimento afrodisiaco. Talmente ricco di vitamina E legata alla fertilità e di antiossidanti da essere aggiunto alla lista sempre più lunga di cibi afrodisiaci.
  • - Tartufo: ricchissimo di ferormoni
  • - Cioccolata: Chi non conosce l'effetto benefico della cioccolata e la sua capacità stimolatrice? Per esempio la cioccolata fondente è ricca di fenetilammina che sembra in grado di intensificare le sensazioni di piacere

Dott.ssa Loretta Sebastiani

blog comments powered by Disqus