Il cibo del futuro

By: Loretta Sebastiani
     

ABC in cucina Alimentazione Il cibo del futuro

Il cibo del futuro

Lezione per gli ultimi anni delle scuole elementari e i primi anni delle medie

Andrea ha un sacco di domande e di dubbi. Interroga tutti, compreso Internet, per trovare la risposte. Adesso il suo problema è: cosa mangerò quando sarò grande?

bimbo con tablet
Bambino con tablet
bistecca
Oh … oh … stavolta mi tocca!

Una bella bistecca?

ragazzino cuoco
Grande questa frittata, meglio che con la salsiccia!

O un piatto succulento con i grilli?

hamburger
I’m authentic :))

Un hamburger vero?

hamburger finto
Sorry! I’m not authentic :((

O un hamburger finto?

Ora siamo 7 miliardi

In un mondo popolato da 7 miliardi di abitanti, qual è l’identikit della persona tipo? Oggi l’uomo medio ha 28 anni e tratti cinesi (l’etnia Han è maggioritaria sulla Terra ma già a partire dal 2030 il primato sarà indiano).

Ma quanti sono 7 miliardi di abitanti? Se conti da 1 a 7.000.000.000 pronunciando un numero ogni secondo …

... non ci riuscirai mai! Ci vogliono 200 anni!
7 miliardi di passi servono a fare il giro della terra 133 volte!

mappamondo
Siamo 7 miliardi

Nel 2045 saremo 9 miliardi.

La popolazione mondiale aumenta. Più gente c'è più cibo dobbiamo produrre. Più cibo dobbiamo produrre, più territorio dobbiamo destinare ad agricoltura ed allevamento. Più agricoltura ed allevamento significano devastazione dell'ambiente: deforestazione, aumento dei gas serra, maggiore inquinamento di suolo, acqua e aria, consumo eccessivo di acqua. L'allevamento è quello che preoccupa di più con le richieste sempre maggiori di carne.

Si calcola che ci sarà una richiesta del 70% di cibo in più entro il 2050

Avete mai pensato a ...?

... se ogni abitante della Terra volesse mangiare una bistecchina da un etto ogni giorno, quanto fieno occorrerebbe per far ingrassare di un etto un vitello?

Andrea fa un rapido calcolo!

Per far mangiare a tutti una bistecchina di un etto noi dovremmo produrre ogni giorno …

1 kg x 7.000.000.000 = 7.000.000.000 di kg di fieno!!! GULP!!!!!!

bistecca
bistecca
bambino con tablet

“Non ce la faremo mai!”

Andrea sembra molto scoraggiato!

“Ma no Andrea, tranquillo! Basta trovare la strada giusta. Ce la faremo, vedrai!”

“Guarda quante possibilità:”

  • “prima di tutto, evitiamo gli sprechi!”
  • “poi c’è ancora tanto da esplorare e da assaggiare (alghe, insetti …)”
  • “e poi c’è il cibo Frankenstein”
  • “e la ricerca per migliorare le tecniche di produzione”

“Puah! che porcheria!”

“Ma perché ?!?”

“Quando sarai adulto e ti metterai a tavola il tuo menu potrebbe essere questo:

  • - aperitivo con patatine di grilli
  • - un bel piatto di pasta con le alghe
  • - un succulento hamburger di piselli”
insetti fritti
Insetti fritti
Tartine con uova di formiche rosse
Bocconcini con uova di formiche rosse

“Il sapore è tutta questione di abitudine.”

“Sai chi ha proposto di allevare, cucinare e mangiare insetti?” “NO??” “La "FAO" (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) che dice:

  1. da sempre gli insetti sono stati una fonte di cibo per tante popolazioni
  2. il loro valore nutritivo è alto (forniscono proteine uguali se non superiori a quelle degli animali di allevamento "tradizionali")
  3. il loro allevamento non compromette l'ambiente come quando produciamo la classica bistecca.“

“Gli insetti, insieme alle erbe selvatiche, sono chiamati nuovi alimenti ma in realtà sono cibi antichissimi. Più di due miliardi di persone nel mondo li mangiano regolarmente. Guarda le immagini dei piatti dell’Estremo Oriente.”

cioccolatino decorato con insetti
Cioccolatino decorato
Focaccia guarnita con insetti
Focaccia con insetti

“Come vedi si può fare di tutto: dalla focaccia ai cioccolatini! Qui non siamo in Estremo Oriente, però ;)) ”.

“Ma c'è di più ... in Occidente ricerca e industria non stanno ad aspettare, sono già al lavoro! Stanno producendo farine da grilli e da cicale … così si possono fare le tortilla con la farina di grillo o le barrette di cioccolato o le pseudopatatine ...

Oppure fanno seccare gli insetti e poi li ricoprono di cioccolato o di sfoglia d'oro. Sono già in vendita in alcune catene di supermercati, qui vicino a noi, in Francia, per esempio. Poi non dimentichiamoci i grandi chef che preparano piatti da gourmet facendoli pagare salati … anche 100,00 euro.”

“Ma io non li vedo nel supermercato, perché?”

“Perché l’Italia definisce gli insetti "prodotti senza storia significativa di consumo" e perciò il ministero della Salute con una circolare ne ha vietato l'immissione sul mercato. Staremo a vedere in futuro … comunque ricorda che le specie di insetti edibili sono ben 1900.”

“Guarda qui! Per esempio le camole o tarme della farina. Servono a decorare dolci al cioccolato e budini (retrogusto di noccioline).”

camole della farina
Camole della farina.
Baco da seta. Insetto adulto.
Baco da seta.

“E il baco da seta lo conosci? Chi lo mangia giura che ha lo stesso sapore dei pomodori verdi o dei crostacei. Lo preferiscono fritto oppure cotto insieme ai lamponi. Questo però è l’insetto adulto.”

“Hai paura delle vespe? Da qualche parte nel mondo le mangiano. Le raccolgono e le arrostiscono con gli stessi fiori su cui le hanno catturate. Alla fine una spruzzata di lime e via … il piatto è pronto!”

vespa
Vespa
scarafaggio
Scarafaggio

“E che mi dici degli scarafaggi? Se vengono allevati con verdura e frutta fresca, dicono che sono molto gustosi una volta fritti, tostati o bolliti.”

“Ma torniamo all’elenco che ti ho fatto. Per garantire cibo a tutti i futuri abitanti della Terra occorrono nuovi modi di ripensare agricoltura, sfruttamento dell'acqua e allevamento. E nuovi alimenti, come le alghe.
Sono alla base della catena alimentare. Crescendo sotto alla acqua non sottraggono terreno fertile e poi non consumano acqua ;)) Ah … e poi dimenticavo. Potrebbero anche essere usate per la produzione di biocarburanti.
Una delle più conosciute è l’alga nori, giapponese.”

alga nori
Alga nori
lattuga di mare - ulva lactuca
Lattuga di mare

“Nel Mediterraneo invece è ben conosciuta la lattuga di mare.
Cominciano a nascere anche in Italia cooperative o ditte individuali per l’allevamento di alghe.”

“Ora all'appello manca solo il cibo Frankenstein. Sono davvero curioso! È vero che lo fanno a partire da cibo andato a male?”

“No, no, ma cosa ti sei messo in testa?
Il cibo Frankenstein è il risultato di ricerche avanzate, altamente tecnologiche. Ecco alcuni esempi ma ricorda ... la sola biotecnologia non servirà a risolvere tutti i problemi!”

bambino con tablet
lieviti
Lieviti

“Il latte non dalle mucche ma da lieviti geneticamente modificati."

La filosofia di chi lo sta producendo è questa: "Se vogliamo che il mondo cambi la sua dieta, passando dal consumo di un prodotto non sostenibile a uno che lo è, il nuovo prodotto deve essere identico o migliore dell'originale."

“Già … e come si fa a fare il latte senza le mucche?”

“Sai che cosa è il DNA?”
“Mh…”
“La molecola che contiene tutte le nostre caratteristiche, compresi quelle che fanno fare il latte alle mucche.
Ora se noi prendiamo quel segmento responsabile della produzione del latte nelle mucche e lo trasferiamo nei lieviti … i lieviti produrranno il latte delle mucche! Chiaro?” “Abbastanza!”

cellula e DNA

Questo è lo schema di una cellula con le molecole di DNA ben in evidenza

Cellula procariote o batterio
Cellula procariote o batterio

“E basta davvero solo un pezzettino di DNA per far fare ai lieviti il latte? Ma allora abbiamo risolto tutto!”

“Calma, ti ho già detto che le biotecnologie da sole non bastano ma chissà cosa ci regalerà il futuro. Intanto anche i batteri, non solo i lieviti, stanno lavorando per noi!”

“Fissiamo subito le dimensioni degli organismi di cui stiamo parlando. I batteri misurano circa un micrometro, la millesima parte del millimetro.
I lieviti sono più grandi (fino a 40 micrometri) e hanno una cellula più completa.
Tutti e due però sono organismi formati da una sola cellula.”

globulo rosso dimensioni in micrometri
dimensioni globulo rosso
hamburger

“E adesso chiudiamo con lo stesso argomento con cui abbiamo cominciato: l’hamburger e la bistecca.
Ormai la carne può essere sintetizzata in laboratorio con procedimenti diversi.”

  • Da cellule staminali del maiale.
  • Da un miscuglio di soia e amaranto che con un procedimento segreto si trasformano nella consistenza della carne del pollo.
  • Da cellule muscolari fatte moltiplicare in laboratorio.
hamburger finto
ragazzino con tablet

“OK, per oggi può bastare!”

“Certo è che bisogna studiare parecchio per poter lavorare a progetti così complessi!”

blog comments powered by Disqus