link diretto al contenuto
Pasta all'uovo Come fare la pasta all'uovo a mano o con la macchinetta: Istruzioni e segreti per riuscire al meglio
Loretta Sebastiani

Autore: Loretta Sebastiani

| | |


Ingredienti / Dosi per 6

  • Farina - 500 gr
  • Uova - 5
  • Sale
  • Difficoltà:
    difficile
  • Tempi:
    preparazione: minimo 30 minuti
  • Apporto nutritivo per porzione:
    Energia: 344 (kcal) 18 % GDA- 1438 (kJ)
    Proteine: 15,0 (g) 20 % GDA
    Lipidi: 4,7 (g) 6 % GDA
    Zuccheri totali: 64,4 (g) 24 % GDA
    Zuccheri solubili: 1,4 (g) 2 % GDA

Al giorno d'oggi esistono ottimi prodotti in commercio che garantiscono tenuta di cottura e controllo di qualità sugli ingredienti. Ma quando si ha il tempo e la voglia, lo "sfizio" di riuscire da sole a fare la pasta in casa non ha uguali! E sarete sicure di strappare un oh ... di meraviglia ai vostri cari o ai vostri ospiti: il successo è assicurato! Se avete dei problemi, non esitate a scriverci. Vi risponderemo rapidamente.

Queste quantità sono per 6 persone; per 4 si calcolano 300 g di farina e 3 uova. Quindi un uovo ogni 100 g di farina. Ma prima di procedere, controllare bene le dosi specificate nelle singole ricette in quanto ci possono essere variazioni significative.

A mano?

  • - Versare la farina a pioggia sulla spianatoia di legno (va bene anche una superficie di marmo); fare un buco nel mezzo per sgusciarvi le uova intere.
  • - Aggiungere il sale. Con una forchetta sbattere le uova e incominciare ad amalgamarle alla farina.
  • - Lavorare la pasta per una decina di minuti; se risulta troppo morbida e appiccicosa integrare un po' di farina. Se, al contrario è troppo dura, aggiungere un po' di acqua tiepida.
  • - Formare una palla, infarinarla, coprirla con un tovagliolo e lasciarla riposare per 10-30 minuti.
  • - Sulla spianatoia leggermente infarinata stendere la pasta con un lungo mattarello, partendo dal centro, fino a raggiungere lo spessore ideale (più la pasta è sottile, più è buona; lo spessore dovrebbe essere almeno 0,3 cm o anche meno).
  • - Tagliarla poi nella maniera desiderata dopo averla fatta riposare almeno 15-20 minuti.

Pasta lunga?

  • - Arrotola l'impasto dopo aver infarinato la sua superficie e il piano di lavoro, e con un coltello affilato taglia secondo queste indicazioni:
    fettuccine: 0,3 cm
    tagliatelle: 0,5 cm
    pappardelle: 1 cm
  • - Lasciarla asciugare almeno 2-3 ore prima di cuocerla.

Con la macchinetta?

In genere ci sono dettagliate spiegazioni sulle istruzioni ma alcune avvertenze bisogna averle. La macchinetta assolve a più compiti; non taglia solo la pasta ma procede anche all'impasto.
Per fare questo bisogna fissare la distanza tra i rulli al massimo.
Appiattire un po' l'impasto, infarinarlo, piegarlo su stesso tre o quattro volte e passarlo nella macchinetta.
Ripetere questa operazione almeno 8-10 volte garantisce una buona operazione.
In un secondo tempo, diminuendo gradualmente la distanza tra i rulli, si può procedere a stendere la pasta.
Anche questa operazione è lunga e bisogna fare attenzione a che la pasta non si appiccichi sui rulli o su stessa.
Un po' di farina (ma va bene anche il semolino) a portata di mano diminuisce il problema.
Si continua a ripassare l'impasto fino a che non si raggiunge lo spessore desiderato.
A questo punto lasciar asciugare le strisce di pasta ottenute per almeno 20-30 minuti prima di procedere a tagliare la pasta nel modo desiderato.

Pasta lunga?

  • - Seguire le istruzioni che accompagnano la macchinetta ma tenere sempre presente che l'inconveniente che si presenta più spesso è la possibilità che la pasta si appiccichi alla macchina o su stessa. Infarinare leggermente, anche i rulli, è la soluzione ideale.
  • - Per raccogliere la pasta mentre si taglia si può predisporre un grande vassoio infarinato sotto la macchinetta; lasciar cadere la pasta lunga dolcemente. L'ideale sarebbe avere l'aiuto di un'altra persona che accompagna la discesa e successiva sistemazione della pasta con una mano.
  • - Lasciarla asciugare almeno 2-3 ore prima di cuocerla.

Come tagliare lasagne e cannelloni

Dalle strisce di pasta ricavare con un coltello ben affilato dei rettangoli di 25 x 30 cm se volete fare le lasagne, leggermente più piccoli per i cannelloni: 7,5 x 12,5 cm.
Lasciar asciugare per almeno 2-3 ore prima di procedere ai passi successivi della ricetta.

Come fare la pasta ripiena

Se l'intenzione è quella di fare agnolotti, ravioli, tortelli o tortellini è conveniente procedere subito a dare la forma desiderata senza far asciugare le strisce di pasta. Naturalmente questi 4 tipi di pasta ripiena sono molto diversi l'uno dall'altro (pagina della pasta fresca).

  • - Preparare il ripieno secondo le indicazioni della ricetta. Stendere la pasta ad uno spessore almeno di 0,2 cm e tenere presente che in questo caso più la sfoglia è sottile più il piatto ha una migliore riuscita.
  • - Preparare delle strisce rettangolari uguali. Infarinare la spianatoia, poggiare una striscia e aiutandosi con un cucchiaino depositare ad intervalli regolari (ogni 4 cm) le nocciole di ripieno.
  • - Con le dita bagnate o ancora meglio con un pennello da cucina, intinto nell'acqua, bagnare leggermente la pasta intorno al ripieno.
  • - Coprire la striscia con un'altra e premere con le dita per far aderire le due sfoglie intorno ad ogni mucchietto di ripieno.
  • - Con una rotella o un coltello affilato praticare dei tagli orizzontali e poi verticali per staccare le singole forme.
  • - Disporli su un tovagliolo o su un piatto leggermente infarinato, avendo l'accortezza di non sovrapporli, e lasciarli asciugare almeno 2-3 ore prima di cuocerli.
  • - Si possono preparare anche uno o due giorni prima conservandoli, ovviamente, al fresco se d'inverno e nel frigorifero se fa caldo. Comunque sono piatti tipici dei mesi freddi.

 

Condividi questa pagina con i tuoi amici!!!

blog comments powered by Disqus

ultimo aggiornamento
5-07-2014

Visite dal
22-6-2009
75450